Lapitec sceglie i due progetti di arredamento in pietra, frutto della collaborazione con la facoltà di Architettura a Ferrara

Onda e Quinto Elemento, sono questi i nomi dei due progetti realizzati dagli studenti universitari che hanno potuto conoscere in profondità il Lapitec nel corso dell’anno accademico. Sono due interpretazioni creative delle potenzialità dell'arredamento in pietra sinterizzata a tutta massa, applicate al mondo del design e dello urban design. 

Per Onda, gli studenti di Ferrara hanno guardato a Oriente, precisamente al Giappone, cercando una sintesi creativa fra la tradizione artistica nipponica e l’antica sapienza delle lavorazioni del Marmo di Carrara. Da questo approccio è nato un tavolo che rivoluziona il concetto stesso di piano, perché rompe la linearità della superficie, creando sinuose onde. L’effetto è d’impatto perché unisce dinamismo e purezza estetica, essenzialità formale e complessità strutturale.

Quinto Elemento, invece, è una applicazione da esterno del Lapitec, ideata sempre dai futuri architetti che studiano a Ferrara. Si tratta di una struttura in grado di ospitare vasi, ma che può fungere da divisorio e da  elemento d’arredo in pietra per uno spazio all’aperto. Le lastre in pietra sinterizzata sono modulari e si incastonano in una struttura a pettine; il taglio delle singole lastre, in abbinamento con tutte le altre, crea una parete dalle forme morbide, con un effetto naturale e “vivo” molto suggestivo.   

Credits:
Gian Luca Micheli, Maria Vittoria Modugno, Prof. Raffaello Galiotto - Onda
Benedetta Giancristofaro, Damiano Sommacal, Prof. Raffaello Galiotto – Quinto elemento